Faleminderit Shqipëria

Le luci di Tirana dall’aereo mi sembravano poche per una città così grande.

Il taxista è partito con il cofano aperto perché non c’era abbastanza spazio per le valige, tombini aperti, fili elettrici volanti … la prima cosa che viene da dire è “Non ha niente che possa far pensare ad una capitale europea”. Poi inizi a viverci e dopo due mesi ti chiedi come sarà possibile riabituarti alla vita di tutti i giorni. Come si può non mangiare un Byrek come aperitivo, riempire i boccioni d’acqua per le ore di emergenza (che sono molte!), sentire l’odore dei dolcini del forno che sta nell’angolo vicino casa, tentare di comunicare in albanese e ricevere puntualmente una risposta in Italiano, comprare la carta igienica all’albicocca o bere una Raki al nostro amatissimo Bar Roma….! E poi ci sono i bambini … per quanto essi vivano in una situazione che non gli garantisce nessun futuro e nessuna integrazione con il mondo esterno trasmettono gratitudine solo perché sei li a portargli una ventata di vita.

Io non so cosa sia per voi la ricchezza, per me la ricchezza è un sorriso, la ricchezza è una banana regalata perché non riesci a farti il conto in Lek, la ricchezza è un colore a matita temperato fino alla fine della mina, la ricchezza è fare a metà i fogli di carta per poter fare due disegni, la ricchezza è costruire un gioco con i fogli di giornale, la ricchezza è dare calci ad un pallone sgonfio, la ricchezza è in ogni gesto semplice . Mi auguro che Tirana preservi quel che ha di NON EUROPEO perché è umana e l’umanità è la vera ricchezza.

 

Concetta – Italy

 

While I was on the plane the lights of Tirana seemed to me not so many for such a big city.

The taxi driver left with the hood open because there was no space for all the luggages, and I saw open manholes and not covered electric wires… the first thing I thought was: “This city doesn’t have anything like an European capital”. After two months you have been living in a place like this you ask yourself how you will be able to get used again to the everyday life. How to do without eating a Byrek before lunch, fill water bottles for emergency hours (many hours of emergency!), smell the sweets of the bakery which is located in the corner near the house, try to speak Albanian and always receive the answer in Italian, buy toilet paper with apricot smell or drink a Raki in our “Bar Roma”,my favorite one! And then there are disabled children… they live in an institution that does not give them a future or integration with the outside world but they are happy because you’re there to bring them a little bit more of life.

I do not know what it is for you the wealth, for me wealth is a smile, wealth is a donated banana because you do not know how to count Lek, wealth is a colored pencil tempered until the end, wealth is to divide a page in two parts in order to do two drawings, wealth is to build a game with sheets of newspaper, wealth is kicking a deflated balloon, wealth is in all the simple things. I hope that Tirana won’t lose all the things that are different from Europe because it is human and humanity is the true wealth.

 

Concetta – ItalyImageImageImageImage

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s